Cerca
Close this search box.

I 25 anni di Casa Enrico

19

SET

2023

I 25 anni di Casa Enrico

Sono stati due giorni di grandi festeggiamenti in Agorà 97 per i 25 anni di Casa Enrico!

Sabato 16 settembre il grande Torneo di Padel a scopo benefico e domenica 17 settembre un’intera giornata dedicata non solo al ricordo di Enrico Cucchi, ma anche al racconto di come sono trascorsi questi primi 25 anni e soprattutto dei progetti futuri per Casa Enrico.

Vogliamo presentarvi queste giornate non solo attraverso le immagini, ma anche attraverso le parole dei nostri Operatori ed Amici che si sono avvicendati domenica mattina presso il Padel GAM Albiolo che ringraziamo per averci permesso di organizzare nella loro sede un bellissimo incontro in ricordo di Enrico.

Il saluto del Presidente Sergio Besseghini apre la mattinata con parole dense di emozione e di condivisione di un pezzo importante di storia della Cooperativa Sociale Agorà 97: 25 anni di progetti, di sacrifici, di impegno, di obiettivi raggiunti e nuove strade ancora da percorrere senza mai dimenticare da dove si è partiti.

La stessa emozione viene trasmessa da Alessandro, fratello di Enrico Cucchi che ricorda la sua semplicità di animo sia come persona che come campione sportivo.

Le parole della presidente dell’Associazione per la terapia palliativa del dolore Enrico Cucchi, Dottoressa Pia Camagna, ci testimoniamo quanto in questi anni si sia potuto fare nel campo delle cure palliative e insieme alla mamma di Enrico Signora Paola Cucchi, ringraziano per tutto quello che ancora oggi nel nome di Enrico si possa essere di supporto a importanti progetti sociali e sanitari sempre rivolti alle persone piu’ fragili.

Lo stesso supporto che da anni il Gruppo Sportivo I Bindun dà ad Agorà 97. Il Presidente Romano Parnigoni ricorda quanto la nascita di Casa Enrico sia stata voluta, nel ricordo di Enrico e con l’aiuto di tanti AMICI calciatori e non.

Racconta poi Monica Testori, Coordinatrice di Casa Enrico: “In tutti questi anni abbiamo visto passare moltissimi ospiti, sono cambiati molti operatori, abbiamo conosciuto tantissime persone che ci hanno aiutato… abbiamo costruito una nostra storia e abbiamo vissuto insieme alle persone «le loro storie». Abbiamo camminato tenendo la sofferenza per mano e scoperto che le vite si possono trasformare, che non c’è limite nella possibilità di cambiamento, che le persone possono sempre stupire tante sono le risorse nascoste. Crescendo insieme ai nostri pazienti, abbiamo compreso che non basta cercare di essere una bella famiglia in una casa assolutamente speciale, come lo è Casa Enrico: ogni persona ha bisogno di sentirsi parte del tutto, di essere integrata nella società.” 

È intervenuto poi, insieme alla Vice Coordinatrice di Casa Enrico Eleonora Centonze, il Dirigente scolastico dell’IC di Valmorea, Massimiliano Branchini, parlando del Tirocinio lavorativo in essere di Chiara, una delle Ospiti di Casa Enrico: “La scuola è luogo di condivisione di valori, la presenza di Chiara è una risorsa. Chiara ci ha aiutato a capire come nella difficoltà possiamo essere utili, se collaboriamo. È riuscita a portare tantissima energia positiva e serenità con il suo modo di essere… oramai è una di noi! Spesso ci domandiamo come la fragilità della vita non abbia delle risposte immediate e apra a degli interrogativi; per noi le risposte sono i fatti: Chiara inserita nel mondo del lavoro e la scuola nell’essere esempio di vera comunità” 

E per chiudere ancora un pensiero del nostro Presidente che guarda al futuro: “Ricordiamo sempre che non dobbiamo mai accontentarci dei risultati raggiunti, ma dobbiamo volere sempre di più per i nostri Ospiti!”

La giornata di domenica 17 settembre è continuata con un pranzo conviviale a Casa Enrico, preparato interamente dalle nostre Volontarie Ilaria e Alessandra Peiti, con gli Ospiti e tanti Amici, la famiglia Cucchi e alcuni membri dell’@Associazione Volontari per la Terapia Palliativa del Dolore Enrico Cucchi che hanno potuto conoscere ancora meglio la Comunità e lo spirito di “famiglia” che vi si respira.

Il pomeriggio, da programma, è stato pensato interamente per i bambini con tanti laboratori a loro dedicati come:

• L’OSPEDALE DEI PUPAZZI a cura degli studenti di medicina dell’Università dell’Insubria di Varese 

• I TASSELLI DEL CUORE e COSTRUIAMO UNO STRUMENTO MUSICALE, due bellissimi laboratori a cura degli educatori di Agorà 97 e degli Ospiti di Casa Enrico

• LABORATORIO DEI GIOIELLI DI PASTA a cura del Gruppo giovani di Volagorà che fa capo al progetto Sliding Doors

• ultimo, ma non meno importante, lo SPETTACOLO TEATRALE “IL GIARDINO DI ESOPO” della Compagnia Sussurri in cerca di nome

E non poteva poi mancare la buona MUSICA DAL VIVO con “Ketty e Vi Music Live”

Arrivata la sera, dopo una giornata ricca di emozioni, stanchi ma felicissimi, possiamo dire che nei nostri cuori è sempre piu’ chiaro come le difficoltà, la sofferenza e le fragilità di ogni storia personale non devono mai farci smettere di guardare avanti ed avere la certezza che “ogni persona” puo’ contribuire nel fare qualcosa per “l’altro”

Organizzatore:

Agorà 97

Data:

19

SET

2023

Luogo:

Albiolo